Ricerca: A lista di e-mail di qualità hè a prima priorità per i venditori B2B

Sônia

Parechji marketers B2B sanu chì u marketing per email pò esse unu di i strumenti di generazione di piombu più efficaci, cù ricerche di l'Associazione di Marketing Direttu (DMA) chì mostranu un ROI mediu di $ 38 per ogni $ 1 spesu. Ma ùn ci hè dubbitu chì l'implementazione di una campagna di email di successu pò avè e so sfide.

Per capisce megliu e sfide chì i venditori sò affrontati, fornitore di software di marketing per email Delivra hà assuciatu cù Ascend2 per fà una indagine trà stu publicu. I risultati sò inclusi in un novu rapportu intitulatu, Strategia di Lista di E-mail B2B, chì furnisce infurmazioni nantu à e barriere più significative per custruisce una lista di email megliu, è cume i venditori li superanu.

I risultati

A priorità massima per u 70 per centu di quelli intervistati aumentava a qualità di i dati di a lista di e-mail. U rapportu suggerisce chì parechji marketers B2B stanu infatti à rializà quellu scopu, cù 43 per centu dicendu chì a qualità di a lista di e-mail cresce, è solu 15 per centu sperimentanu una diminuzione di a qualità. Quaranta dui percentuali dicenu chì a so qualità di a lista ùn cambia micca.

Scopi di e-mail

Mentre mantene una lista pulita è aggiornata di l'abbonati pò sembra cusì basica, hè u locu di partenza per tutte e campagne di marketing per email efficaci. Quandu invianu e-mail, i venditori ùn duveranu micca dubbi chì a so messageria sia consegnata cù successu à e caselle di posta di i destinatari è sia destinata à l'abbonati adatti. Neil Berman, CEO di Delivra

Qualità di a Lista di Email

Allora se pare di basa, perchè i venditori trovanu difficiule à creà o mantene liste di qualità? A mancanza di una strategia efficace hè stata citata cum'è l'ostaculu più significativu (51 per centu), seguitu da pratiche di igiene di listinu inadeguate (39 per centu), è dati di segmentazione di listi inadeguati (37 per centu). Solu u sei per centu di i cummercialisti inchiestati cunsidereghjanu a so strategia di a lista di e-mail "assai riesciuta" per superà queste barriere è uttene obiettivi, mentre chì u 54 per centu si accontenta per "un pocu successu", è u 40 per centu si classificanu cum'è "falluti".

mail-list-barriere

mail-list-successu

Un'altra scuperta interessante hè chì l'aumentu di a dimensione di e mail, indipendentemente da a qualità, ùn hè più una priorità maiò, ma e tattiche di e-mail continuanu à guidà un aumentu di a dimensione di e mail per 54 per centu di e cumpagnie. E prime trè tattiche più efficaci includenu:

  • Registrazioni di scaricamentu di cuntenutu (59 per centu)
  • Pagine di destinazione specifiche per e-mail (52 per centu)
  • Integrazioni email è social media (38 per centu)

Tattiche di e-mail

Altri punti culminanti di l'indagine includenu

  • Quandu esegue una strategia di lista di e-mail, l'integrazione di e-mail è social media hè a tattica più difficiule (38 per centu), seguita da opt-ins offline / in-store / call center (28 per centu), è pagine di destinazione specifiche per e-mail (26 per centu) .
  • Cinquanta nove per centu di i cummercialisti B2B anu dettu chì una crescita di i tassi di cunversione di piombu hè ancu un scopu impurtante.
  • Cinquanta unu per centu di e cumpagnie inchiestate sternalizanu l'esecuzione di tutte e parte di e so tattiche di e-mail.

Delivra, in cullaburazione cù Asend2, hà messu in piazza st'inchiesta è hà ricevutu risposte da 245 prufessiunali di marketing è di vendita B2B chì rapresentanu 123 imprese.

Scaricate u Rapportu di Strategia di Lista di Email B2B di Delivra

Chì ne pensi?

Stu situ utilizeghja Akismet per reducisce u puzzicheghju. Sapete ciò chì i dati di i vostri dati è processatu.